Max Janot’s World

26 settembre 2008

Il paradiso degli orchi

Filed under: libri — maxjanot @ 3:53 pm
Tags: , , ,
Il paradiso degli orchi - Daniel Pennac

Il paradiso degli orchi - Daniel Pennac

Il Paradiso degli orchi è il primo libro del ciclo di Malaussène creato da Daniel Pennac e che narra le vicende di Benjamin Malaussène, bizzarro personaggio che per mantenere la sua famiglia disneyana, lavora in un Grande magazzino, teatro di una serie di strani “omicidi”.

Benjamin Malaussène è il figlio primogenito di una madre perennemente in fuga d’amore, che conclude ogni avventura sentimentale con un nuovo pargolo. La sua famiglia è composta da: Thérèse, che ha spiccate doti di chiaroveggenza; Clara, che non si separa mai dalla sua fedele macchina fotografica; Louna, alle prese con una gravidanza che medita di interrompere per paura di perdere il compagno; Jeremy il più pestifero di tutti, e il Piccolo, con i suoi occhiali rosa che servono a placare i suoi incubi popolati da orchi.

La voce femminile si diffonde dall’altoparlante, leggera e piena di promesse come un velo da sposa:
– Il signor Malaussène è desiderato all’Ufficio Reclami.

Particolare è anche il lavoro che Benjamin fa per vivere. Ufficialmente è impiegato del Controllo Tecnico del Grande Magazzino, in realtà fa il “Capro Espiatorio”; è pagato infatti per essere umiliato e accusato di incompetenza da un suo superiore davanti ai clienti inferociti venuti per fare reclamo in modo che questi, mossi a compassione, rinuncino al risarcimento.

Il libro, in definitiva, è una sorte di giallo atipico, infatti pur avendo tutti gli elementi classici del genere, una trama scorrevole, suspence ed imprevedibili colpi di scena, la storia, assolutamente surreale, finisce con l’essere in secondo piano rispetto ai personaggi.

Lo stile ironico e pungente di Pennac rende la lettura molto gradevole e non annoia mai, quasi sempre capisci il significato di una frase alla fine della stessa. Il contesto surreale in cui vivono personaggi strampalati, stimola la fantasia e fa sorridere a tal punto che non si può fare a meno di affezionars a loroi.

Nota dolente è, però, lo svilupparsi della storia ed il dipanarsi della trama che non mi ha soddisfatto molto. Sembra quasi che lo sforzo di caratterizzare i personaggi in maniera così pungente e di descrivere i dialoghi in maniera così ironica, gli abbiano fatto perdere di vista la storia in sé, lasciando il lettore un po’ deluso per il finale non proprio all’altezza.

Toglietemi il mondo dalle orecchie, mi piacerà. Tappatemi gli occhi, morirò. – Benjamin Malaussène

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.