Max Janot’s World

28 agosto 2008

Tutte le medaglie italiane

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 7:28 pm
Tags:

Mi scuso per la mia lunga assenza dovuta al fatto che ero (sono) in ferie. Non ho avuto molto tempo per aggiornare il blog, quindi vi riassumo tutte le medaglie azzurre di questa olimpiade.

Oro.jpgOro

Matteo TagliariolMatteo Tagliariol
Spada Individuale

Giulia QuintavalleGiulia Quintavalle
Judo 57kg

Valentina VezzaliValentina Vezzali
Fioretto Individuale

Federica PellegriniFederica Pellegrini
200 metri Stile Libero

Chiara CaineroChiara Cainero
Skeet

Andrea MinguzziAndrea Minguzzi
Lotta Grecoromana – 84kg

Alex SchwazerAlex Schwazer
Marcia – 50km

Roberto CammarelleRoberto Cammarelle
Pugilato – oltre 91 kg

(more…)

14 agosto 2008

Minguzzi lottatore d’oro

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 10:58 am
Tags: , ,

Medaglia d’oro per Andrea Minguzzi nella lotta greco-romana categoria 84 Kg.

Il 28enne finanziere ha battuto nella finale per l’oro l’ungherese Zoltan Fodor, con una presa proprio negli ultimi secondi, quando oramai sembrava fatta per il suo avversario.

Vent’anni dopo l’oro di Vincenzo Maenza, Minguzzi riporta in alto i fasti della lotta greco-romana italiana. Dopo gli ori di Enrico Porro (nel 1908), Giovanni Gozzi (nel 1932), Pietro Lombardi (nel 1948), ed il bis Vincenzo Maenza (a Los Angeles 1984 e Seul 1988).

Il cammino di Minguzzi è stato denso di difficoltà, ha dovuto battere il campione olimpico in carica Aleksey Mishin ed in semifinale lo svedese Ara Abrahamian, che si è reso protagonista di un gesto molto brutto in sede di premiazione, rifiutando la medaglia ed allontanadosi dal podio per contestare l’operato dei giudici che in semifinale gli avevano dato una penailtà a favore del nostro lottatore.

Cainero Oro

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 8:59 am
Tags: , ,

Ancora una medaglia d’oro che arriva dal tiro a volo. La friulana Chiara Cainero la vince nello skeet, primo oro olimpico femminile nel tiro a volo.

La nostra tiratrice dopo aver cominciato in testa la finale si è fatta raggiungere dall’americana Rhode e dalla tedesca Brinkner. Allo spareggio, però, il sangue freddo della friulana è stato determinante e l’ha portata alla vittoria finale.

Raggiante la Cainero a fine gara: “Non è stata una finale facile, ma negli ultimi giorni stavo sparando bene e avevo fiducia. Mi sono preparata bene a Singapore: qui il campo di gara era ancora più difficile. Dedico questo oro alla mia famiglia e a mio marito. E non finisce qui: ho solo 30 anni e voglio vincere ancora”.

13 agosto 2008

Sanzo di Bronzo

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 1:33 pm
Tags: ,

Altra medaglia che arriva dalla scherma. Il fiorettista Salvatore Sanzo conquista la medaglia, dopo una combattutissima finale per il terzo posto contro il cinese Zhu.

Sinceramente tutti si aspettavano di più dai fiorettisti azzurri, ma probabilmente le polemiche della vigilia, con la squalifica per doping dell’iridato Baldini e l’inserimento in squadra di Cassarà ha tolot, forse, un po’ di concentrazione. Resta comunque la gioia per la medaglia conquistata in un accessissimo scontro finito 15-14 con una grandissima rimonta dell’azzurro proprio quando il cinese sembrava essere ormai in dirittura di arrivo.

Finalmente Federica!!!

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 8:12 am
Tags: ,

E’ arrivato finalmente il grande giorno di Federica Pellegrini. Dopo la delusione di 4 anni fa, con la beffa maturata per mano di Camelia Potec e la controprestazione dei 400 stile libero, è arrivato l’oro col record del mondo nei 200 stile libero.

Prova maiuscola dell’azzurra che parte subito forte e resiste al ritorno della slovena Sara Isakovic e con una grandissima prova di carattere vince soffrendo in 1’54″92, nuovo primato del mondo. Sotto il primato anche la slovena, che chiude in 1’54″97, e la cinese Pang, bronzo in 1’55″05.

E’ il primo oro nella storia del nuoto femminile italiano, la Pellegrini è entrata nella storia con una prova di carattere dopo la grandissima delusione e le polemiche seguite alla brutta prova dei 400 sl.

Raggiante a fine gara la Pellegrini che ha commentato così la sua vittoria: “Predominava la rabbia dopo il fallimento nei 400 e l’ho trasformata in oro. Era un problema di tattica di gara. Abbiamo deciso di fare la gara di testa, come la primatista del mondo deve fare. Dedico questa vittoria a me stessa, ad Alberto che mi ha guidato e a tutti quelli che mi sono stati vicini”.

12 agosto 2008

D’Aniello d’argento

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 8:51 am
Tags: ,

La mattinata italiana si apre con la splendida medaglia d’argento del laziale Francesco D’Aniello nel double trap.

Splendida affermazione del cecchino azzurro che in finale si è dovuto arrendere all’americano Eller, davvero infallibile, ma è riuscito a contenere la rimonta del cinese Hu, medaglia di bronzo.

Piange Francesco durante la premiazione, questo argento è il coronamento di una carriera, iniziata tardi, ma che ha portato subito grandi risultati. “ E” una grandissima emozione, innumerevole – ha detto l’azzurro – Il pensiero va a mio figlio ed il secondo a mia mamma che non c’è più. Da lassù mi ha guardato. Quando ho visto che avevo l’argento in tasca, stavo già piangendo all’ultima coppiola. Tutti i miei amici sanno quello che ho passato, è stato uno scarico per i tanti sacrifici fatti“.
Il tiratore laziale ad inizio carriera, faceva fatica a portare in pista i risultati degli allenamenti, ora è cambiato tutto: “E’ uno sport basato soprattutto sull’aspetto psicologico, ero forte tecnicamente ma il mio grande handicap era quello di non concludere bene quello che facevo in allenamento. Per fare ciò ho lavorato tantissimo con un grande psicologico sportivo, il dottor Alberto Cei, a cui devo moltissimo e mi ha aiutato a dominare l’emozione”.

11 agosto 2008

Vezzali storico tris

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 2:25 pm
Tags: ,

Era la medaglia che tutti aspettavamo, il fioretto femminile ci ha sempre dato enormi soddisfazioni e così è stato. Valentina Vezzali ha vinto per la terza volta consecutiva l’oro olimpico.

Sfumata l’opportunità della finale tutta azzurra, la sfida con la coreana Hyunhee è stata emozionante fino all’ultimo secondo. L’azzurra partiva in quarta e si portava subito in vantaggio per 3 stoccate a zero. La coreana, però, riusciva ad imporre la sua scherma fatta di attacchi veloci ed improvvisi e riportava la sfida in parità. Sul 4-4 e con quaranta secondi alla fine, la coreana si portava per la prima volta in vantaggio. La Vezzali, però, non perde la calma e pareggia il conto a 29″ dalla fine. Quando cominciava a prospettarsi una parità che avrebbe portato al minuto supplementare ecco che la jesina piazza la stoccata decisiva a 4 secondi dal termine dell’incontro vincendo il terzo oro consecutivo, quarta medaglia individuale in quattro olimpiadi. E’ lei la regina della scherma mondiale.

Non mi sembra ancora vero”. Valentina Vezzali non nasconde l’emozione ai microfoni Rai dopo la vittoria nella finale di fioretto alle Olimpiadi 2008: “Vincere una volta è difficile, ma doversi confermare ogni volta è una pressione enorme, era tutto così vicino e così lontano”. L’azzurra non vuole dimenticare nessuno nei ringraziamenti: “Faccio scherma per passione, amo questo sport che mi ha dato tantissimo – ha detto l’atleta marchigiana – sono qui grazie ad anni di sacrifici, alla mia famiglia, a tutto lo staff tecnico, sul podio con me ci sono tante persone”. La gara è stata decisa proprio nel finale: “In quei momenti non ho pensato a nulla, so solo che mio marito e mio figlio Pietro erano con me. Questa vittoria è per lui”. Il pensiero va anche a chi non c’è più: “Mi piace pensare che mio padre e il mio vecchio maestro Ezio Triccoli mi stiano guardando dal Cielo, è grazie a loro se oggi sono qui”.

(more…)

Oro nel judo

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 1:16 pm
Tags: ,

Storica impresa nel judo femminile, con Giulia Quintavalle che vince l’oro nella categoria 57 Kg. Splendida impresa della livornese che supera in finale l’olandese Gravenstijn per 11-1.

Il cammino dell’azzurra è stato esaltante sin dalle prime gare. All’esordio ha battuto la campionessa olimpica in carica la tedesca Yvonne Boenisch e da lì ha effettuato un cammino trionfale che l’ha portata a vincere la medaglia d’oro in una finale senza storia che ha controllato sin dall’inizio, mettendo a segno un koka e poi uno yuko che gli valgono un vantaggio di 11-0. Nel finale riesce a difendersi dall’assalto dell’olandese, che riesce a mettere a segno un koka, ma senza impensierire la vittoria della nostra portacolori.

Ancora un volta sono gli sport minori che ci portano le maggiori soddisfazioni, con medaglie davvero insperate alla vigilia. Adesso tutti gli occhi sono puntati sul fioretto femminile, con la nostra Vezzali in finale con la coreana Nam. Finale per il bronzo tutta azzurra, tra la Trillini e la Granbassi.

Arcieri d’argento

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 11:01 am
Tags: ,

Galiazzo Splendido argento che è arrivato dal tiro con l’arco. I nostri arcieri, Galiazzo, Di Buò e Nespoli hanno combattuto fino all’ultimo con gli inarrivabili coreani, tre volte consecutive campioni olimpici a squadre.

Finale tiratissima, con i coreani che scappano subito avanti con 117 punti (su 120) contro i 112 dell’Italia. Nel penultimo end, l’Italia torna sotto con una prestazione meravigliosa, soprattutto dell’esordiente Nespoli, e tornano in parità prima dell’ultima serie di frecce. Lì, purtroppo, l’inesperienza di Nespoli si fa sentire e all’ultimo tiro fa un 7, che “regala” l’oro ai coreani.

Ad ogni modo, non si può parlare di amarezza e di delusione. Per i coreani il tiro con l’arco è una specie di religione, basti pensare che da Seul ’88 (da quando cioè è stata introdotta la disciplina) hanno vinto tutte le gare a squadre femminili e 5 volte su 7 quella maschile.

Onore ai nostri ragazzi che ci hanno fatto ancora una volta sognare!!!

10 agosto 2008

Oro a Tagliariol

Filed under: Pechino 2008 — maxjanot @ 2:42 pm
Tags: ,

E’ arrivato finalmente il primo oro italiano a queste Olimpiadi. Il merito è del venticinquenne Matteo Tagliariol, che nella Spada Individuale ha sbaragliato la concorrenza, battendo in finale il francese Jeannet per 15-9. Bronzo allo spagnolo Abajo.

Erano 48 anni che l’Italia non vinceva un oro individuale nella spada, arma che a squadre, invece, abbiamo dominato per molti anni, con gli ori di Sidney ed Atlanta, ma la grandissima delusione della non qualificazione ad Atene. Da lì si è partiti per un profondo rinnovamento del settore che ha portato ad una grandissima stagione degli spadisti, culminata con questo splendido oro olimpico, attesissimo e preannunciato da molti addetti ai lavori.

La finale non ha avuto storia, con Tagliariol che ha preso il largo dopo un inizio a favore del francese, ed una volta portatosi sull’8-3 ha potuto controllare l’avversario e chiudere con una splendida stoccata che sorprende l’avversario.

“Oggi avevo un oroscopo positivo – dice alla fine Tagliariol – non so che cosa si prova. Non ho sentito niente: andavo e basta. Ho capito che cosa non mi riuscivia e poi ho trovato il coraggio. Poi sono andato come un treno. Ringrazio il mio maestro Ettore Geslao, cui dedico la vittoria, il mio tecnico Angelo Mazzoni e la mia fidanzata Annalisa”.

Pagina successiva »

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.