Max Janot’s World

9 settembre 2008

Batman: Anno uno

Filed under: Batman — maxjanot @ 11:02 am
Tags: ,
Anno uno

Batman: Anno uno

Complice l’uscita del nuovo film di Batman (Il cavaliere oscuro) e la mia smisurata passione per i fumetti, ho deciso di passare in fumetteria per acquistare qualche fumetto dell’eroe pipistrello. Ovviamente la mia attenzione è stata folgorata da due albi in particolare: Batman: anno uno ed Il ritorno del cavaliere oscuro.

Entrambi gli albi sono ideati dal genio di Frank Miller che è riuscito nella difficile impresa di ridare una veste di nuovo cupa e gotica all’eroe mascherato più famoso del mondo, dopo la parentesi comica dei telefilm degli anni sessanta a cui, purtroppo, è associato il ricordo di molti quando si parla di Batman. Se Il ritorno del Cavaliere Oscuro, rappresenta l’omega dell’eroe mascherato, che oramai sessantenne torna a vestire i panni di vigilantes, Batman: Anno uno ne è invece l’alfa.

Anche se la genesi di Batman era già nota, l’albo non ne propone un semplice restyling in chiave moderna.

L’impostazione del fumetto è interessante soprattutto per le lunghe didascalie introspettive che il redivivo Bruce Wayne, tornato a Gotham dopo 18 anni di esilio volontario, e soprattutto il tenente James Gordon fanno e che rappresentano il filo conduttore di tutta l’opera. E’ soprattutto Gotham ad essere l’oggetto delle riflessioni dei due, introdotta dal tenente in maniera tutt’altro che lusinghiera: “Da quassù scorgo soltanto maestosi edifici e grandi distese di cemento. Frutto del sudore di uomini ormai morti da svariate generazioni” o più tardi da: “Come si può fare la cazzata di generare un innocente… in una città senza speranza?”

La grandezza di Miller è quella di tratteggiare i due protagonisti in maniera umana, essi non vengono presentati come eroi senza macchia e senza paura, anzi appaiono esitanti di fronte al pericolo e anche capaci di nascondere delle relazioni extraconiugali che mal si addicono ad un eroe dei fumetti.

Insomma un capolavoro assoluto, che non deve mancare nella collezione di un qualsiasi appassionato di fumetti.

Se l’unico Batman che avete in mente è quello di Adam West e Burt Ward che si scambiano battute sceme, mentre picchiano guest star del calibro di Vincent Price e Cesar Romero, spero che questo libro sia per voi una sorpresa.
Per me Batman non è mai stato ‘divertente’.
Frank Miller

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.